Il bene più prezioso…

il desiderio più grande!

Ogni anno circa 3500 donne con meno di 40 anni si ammalano di tumore al seno, mentre circa 25mila uomini sviluppano linfoma di Hodgkin e non Hodgkin e tumore del testicolo prima dei 44 anni. Per loro, e per tutti quei pazienti in età fertile che si devono sottoporre a terapie che potrebbero mettere a repentaglio la possibilità di avere figli, è necessario mettere a punto una strategia di preservazione della fertilità. Per questo è nata la Società Italiana di Conservazione della Fertilità PRO-FERT, un’associazione che riunisce ginecologi, medici della riproduzione, oncologi, biologi al fine di promuovere cultura, formazione e istruzione sulla conservazione della fertilità.


La prima gravidanza da tessuto ovarico crioconservato


I nostri obiettivi

Organizzare campagne informative nei confronti della popolazione generale per costruire nei futuri genitori la consapevolezza della propria fertilità e fornire adeguate informazioni riproduttive.

Preservare la fertilità nei pazienti che necessitano di conservare i gameti per evitare l’effetto tossico di farmaci e terapie citotossiche potenzialmente lesive attraverso l’istituzione di una rete di centri di counseling per la conservazione della fertilità.

Formare il personale medico alle forme di comunicazione più idonee ai pazienti e ai genitori di ragazzi non maggiorenni con patologie oncologiche.

Iscrizione

Per iscriversi basta inviare l’apposito modulo stampato e compilato con i propri dati anagrafici a:
Via Dante, 15 – 40125 Bologna
Tel. 051 2867518 – Fax 051 2867512
E-mail: segreteria@profert.org